Il Bando della Regione Puglia rappresenta l’opportunità per continuare un percorso istituzionale e comunitario di ascolto, condivisione, progettazione iniziato nel 2008 nella città di Galatina sul Villaggio Azzurro.  Il lavoro che si sta svolgendo a Galatina sul Villaggio Azzurro è un percorso di apprendimento che coinvolge amministrazione comunale, stakeholder che hanno formalmente aderito alla Strategia tramite i Protocolli di Intesa e Cittadinanza di Galatina. Tale percorso di apprendimento è principio ispiratore della Vision ed è orientato a offrire occasioni per migliorare la partecipazione alla vita sociale favorendo il dialogo tra istituzioni, organizzazioni e gruppi informali e quindi cittadini, terzo settore, imprese. Questo percorso di partecipazione intende supportare occasioni di apprendimento degli attori locali alla vita sociale di Galatina attraverso processi di progettazione/valutazione partecipata basati su ascolto, confronto, negoziazione, decisione. Come suggerito dalle Scale di Partecipazione Cittadina di OCSE, ciò si è tradotto nell’utilizzo di una strategia partecipativa, dotata di strumenti di consultazione e coinvolgimento, orientata a un approccio deliberativo della partecipazione rispetto a un approccio consultivo di mero ascolto. Ossia coinvolgendo gli stakeholder interessati nelle attività di progettazione partecipata di servizi/progetti/iniziative da realizzare nel Villaggio Azzurro esitate nella firma dei Protocolli di Intesa tra amministrazione comunale e stakeholder che hanno preso parte a questa tappa del percorso partecipativo. Crediamo che l’apprendimento come partecipazione, si determini attraverso il nostro coinvolgimento in azioni e interazioni (…) per mezzo di queste azioni e interazioni locali, l’apprendimento riproduce e trasforma la struttura sociale in cui ha luogo (1). Da questo punto di vista, siamo convinti che L’apprendimento è quasi sempre un’attività comunitaria: è il processo per il quale si perviene a condividere la cultura (2).Ciò significa, da parte nostra, rafforzare nel tempo (facilitare e monitorare) il ruolo dei contesti reali, dell’interazione sociale e delle dinamiche collaborative quali occasioni di apprendimento della comunità di Galatina (community-based competence initiatives). Il percorso di partecipazionee apprendimento che si sta portando avanti a Galatina, intende essere un’occasione per attivare la comunità galatinese non solo per l’aspetto della consultazione ma soprattutto quello della deliberazione capace di idee e progettualità condivise che si auto-sostengano nel tempo e che rispondano al bisogno di armonizzare il proprio ambiente ai desideri, all’immaginazione, ai bisogni della comunità galatinese.  E’ così che, da alcuni anni, il Villaggio Azzurro rappresenta il luogo in cui sta avvenendo un apprendimento che coinvolge non solo le aule di tecnici, docenti e esperti ma l’intera società. Ed è un apprendimento profondo che investe la sfera cognitiva, emotiva ed esistenziale della comunità galatinese attraverso la condivisione di valori, visioni e pratiche culturali, significati e simboli. Un percorso di partecipazione e apprendimento che intende sostenere una dimensione trasformativa ed emancipatrice che coinvolge l’intera comunità. Il percorso è quindi definito per il suo carattere di intervento “comunitario”. Stiamo quindi focalizzando la riflessione e l’azione sui contesti e sui luoghi di educabilità del benessere da promuovere a partire da un processo di apprendimento in corso nella comunità galatinese tenendo conto della dimensione dei bisogni della comunità e delle competenze per soddisfarli. Pensiamo che le comunità che apprendono (learning communities–learning cities) possano nascere quando esistano le condizioni che promuovano e stimolino le capacità e le competenze dei soggetti e dei gruppi (capacità combinate), rafforzando l’empowerment comunitario e istituzionale attraverso auto/mutuo apprendimento. Il senso del percorso che stiamo compiendo si basa sulla convinzione che i bisogni dei diversi portatori di interesse possono dialogare lungo il processo di progettazione-realizzazione-valutazione in vista di un obiettivo condiviso che tenga insieme le diverse prospettive.

Pertanto, il percorso di partecipazione e apprendimento che si sta portando avanti in primis sul Villaggio Azzurro intende rafforzare lo sviluppo di una “comunità che apprende” basata sulla reciprocità di mutuo ascolto, apprendimento e trasformazione per soddisfare dei bisogni sociali e quindi raggiungere un obiettivo sociale.  “Social innovation refers to innovative activities and services that are motivated by the goal of meeting a social need and that are predominantly diffused through organisations whose primary purposes are social”(3). L’obiettivo sociale, da individuare e esplicitare durante il percorso di partecipazione e apprendimento che si sta realizzando al Villaggio Azzurro può essere perseguito potenziando una relazione dinamica in un contesto collettivo nel quale gli attori locali lavorano insieme per raggiungere obiettivi e risultati a valenza sociale…“Social innovation is not just a civil activity!”. L’innovazione sociale si caratterizza in quanto risultato di un apprendimento collettivo basato su interazione e cooperazione in grado di ampliare le possibilità e le capacità degli attori locali per conseguire, quella cheviene definita “social opportunity”. In tal senso, l’innovazione sociale èorientata a promuovere, in forma di partnership, valore sociale per rispondere a un bisogno sociale. “Social innovations have a cultural focus, aspiring to address unmet human and social needs” (4).Una soluzione innovative a un problema sociale che possa essere più efficace efficiente e di successo per gli attori locali coinvolti ove il valore sociale creato è un bene della comunità e non esclusivamente di singoli cittadini (5). Nel percorso di partecipazione e apprendimento che si sta realizzando a Galatina ciò è possibile proprio migliorando la Capacità di identificare e assorbire conoscenze e competenze (exploration) e capacita di convertire e diffondere conoscenze e competenze (exploitation). In questa prospettiva, l’innovazione sociale diviene un processo promosso e supportato da “social learning” e dal “networking” basato sulla necessità di far emergere, definire e potenziare le opportunità e le capacità per promuovere benessere sociale attraverso modalità organizzative miste tra attori locali.  Crediamo quindi che l’innovazione sociale sia un processo utile a far emergere, definire e potenziare le opportunità e le capacità per promuovere benessere sociale attraverso modalità organizzative miste tra privati-istituzioni-stakeholder. In questa prospettiva, l’innovazione sociale si produce nel momento in cui vengono potenziate alcune competenze individuali e/o di gruppo successivamente utilizzate a favore della collettività.  (6).Infine, il percorso che si sta compiendo da anni a Galatina sul Villaggio Azzurro, più che un’azione isolata e spot per rispondere al bando, dettata dalla contingenza del momento, rappresenta un’occasione per rafforzare nel tempo queste idee, queste pratiche e per coltivare il sogno di vivere in una città che promuova benessere, non solo economico, per la propria comunità.

Annunci