“Il mio Villaggio suddiviso in aree tematiche” – l’idea di Lilia

La mia idea del villaggio azzurro è anzitutto un vero e proprio villaggio, custodito, controllato e video sorvegliato. Aperto tutto l’anno regolato con orari di apertura e chiusura, chiaramente modulati alle stagioni e festività. 

Mi piacerebbe diventasse un punto di ritrovo per l’intera cittadinanza, con spazi dedicati a tutte le fasce d’età. Dovrebbero esserci stand gastronomici, o di artigianato locale, di esposizione d’arte e quant’altro, ma con concessioni rinnovabili ogni quadrimestre, così da dare l’opportunità a tutte le piccole attività locali di poter avere visibilità. Dividerei il villaggio in aree in base al carattere del tema. Ad esempio un’area dedicata a laboratori musicali, magari una sala di registrazione da affittare a band anche non locali. Laboratori teatrali e di lettura. Laboratori di scultura e pittura. Una sala in cui poter leggere un libro e sorseggiare una cioccolata calda. Poi ancora, Un circolo ricreativo per anziani, dove organizzare tornei di scopa, tornei di burraco, bocce o una balera. L’inverno riserverei degli spazi per un mercatino di Natale, poi di Pasqua. L’estate si potrebbe avere la possibilità di affittare un campetto di beach volley, un ingresso in piscina, oppure avere un cineforum: un paio di sere a settimana trasmette un film su maxi schermo, tipo cinema all’aperto. Sarebbe bellissimo ricreare un “drive in”. E ancora offrire la possibilità a gruppi musicali di esibirsi in concerto. Poter svolgere feste tipicamente galatinesi, tipo la Madonna della Luce o la taranta, magari organizzare corsi di pizzica. Riservare uno spazio per un presepe vivente cittadino, dei veglioni o delle vere e proprie sagre di villaggio.

Dovrebbe divenire un punto di ritrovo, centro ludico culturale. Questa è la mia idea di villaggio azzurro. Sfruttare il territorio, sfruttare le risorse offerte dai commercianti e dalle associazioni, e offrire un servizio al paese che possa essere alternativa d’intrattenimento per le famiglie, i giovani e gli anziani. Prova a immaginare l’estate… concerto da un lato, stand gastronomici e odore di carne arrosto, campetto di beach volley impegnato contemporaneamente in un torneo a squadre miste, gente allegra che trascorre le sere d’estate in un “villaggio turistico” in casa propria. Secondo me sarebbe fantastico! 

Lilia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...