Il nuovo Villaggio come “Centro di volontariato”

Com’era?: La “casa degli Avieri”, che animavano fin dalla nostra infanzia i cieli e le fantasie di noi piccoli salentini.

Com’è? Un “luogo dell’abbandono” vittima della veloce mutazione dell’Italia e del territorio. Ma anche un luogo con una sua identità, una sua coesione, una sia razionalità, in definitiva un suo progetto.

Come vorresti fosse? Tre parole chiave emerse dagli interventi sulla memoria:

-Interculturalità, Internazionalità.

– Socialità

– Emancipazione.

Una destinazione – anche parziale – che declini al futuro questi valori può essere quello di un centro internazionale per il volontariato giovanile, che apra il territorio alle culture e alle buone pratiche, e che si prenda tra l’altro cura del bene stesso attraverso i campi permanenti del S.V.E. orientati alla tutela e promozione dei beni ambientali e culturali.

Maurizio Manna Direttore Legambiente

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...